Seleziona una pagina

Santa Marinella

Santa Marinella Oggi

60km da Roma (40 minuti di treno)

10km da Civitavecchia Porto of Rome.

30Km dall’ aeroporto “ Leonardo da Vinci” (Fiumicino)

Un’ora dalle “Terme di Saturnia”


Meteo Santa Marinella

Santa Marinella , da un opuscolo pubblicitario del 1921, realizzato dalla “società Imprese e Costruzioni”.

Già modestissimo borgo di pescatori, per l’amenità del luogo, la facilità di accesso e la mitezza del clima che permette il rigoglioso sviluppo della flora della riviera, fu riconosciuto adatto come stazione balneare e climatica e vi sorsero numerose ville e villini.

L’eleganza delle costruzioni, l’assenza di un vecchio centro abitato, la eletta composizione della colonia villeggiante danno a questa plaga ridente del Tirreno una impronta di destinazione particolare.

Vi si trova insieme a tutto il confort delle migliori cittadine marine quel senso di pace e di tranquillità che è il vero tonico del riposo e che invano si cerca nelle villeggiature affollate e tumultuose.

Ne i professionisti e gli uomini di studio o d’affari si trovano ivi isolati dal loro consueto o comunque insolitamente lontani dal loro centro di attività. Ad ogni necessità, ad ogni richiamo, pochi minuti di treno li portano alla Capitale.

E’ in tutto questo il successo della spiaggia di Santa Marinella la quale si è affermata già da tempo e va ora riprendendo il suo florido sviluppo e la progressiva ascensione.



Storia

La città di Santa Marinella dei nostri giorni nasce quando il Principe Baldassarre Odescalchi acquista all’asta la “Tenuta di Santa Marinella” di proprietà del Pio Istituto di Santo Spirito in Sassia nel 1887 per una somma di Lire 336.563.

La Tenuta, di 550 circa, aveva i confini delimitati ad ovest il fosso “Ponton del Castro”, ad est il fosso di “Santa Maria Morgana”, a nord del” Marangone”ed infine a sud dal mare.

Questa porzione di Terreno prende un lato della costa che arriva in piena collina beneficiando sia delle risorse della Macchia Mediterranea (flora e fauna) sia delle risorse del mare un connubio perfetto per un’ urbanizzazione.

Il principe Baldassarre, diede così mandato all’ architetto Ojetti di lottizzare i terreni acquistati, la fascia costiera tra la ferrovia (inaugurata nel 1859) e il mare, da Caccia Riserva a Capolinaro, venne destinata alla costruzione di ville residenziali i primi acquirenti furono esponenti dell’ aristocrazia e dell’ alta borghesia romana, nasce così la nuova stazione balneare di S.Marinella.

All’ inizio degli anni ’20 furono realizzate le prime case di villeggiatura su tutta la via Aurelia a tutt’oggi si possono ammirare le bellissime Ville Liberty che caratterizzavano il gusto architettonico, parallelamente allo schema urbanistico Romano cambiò la logica di mercato e si incominciano a sperimentare villini quadri/esa familiari (villini Lido) nella zona denominata “Caccia e Riserva”(centro storico).

Nel corso degli anni lo sviluppo edilizio ha saputo sfruttare il territorio, permettendo la villeggiatura come primo passo e poi un vero esodo non più stagionale, di molte famiglie(della Capitale) migliorando la qualità della loro vita.